Fratelli Cambise | Lattuga
15758
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15758,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Lattuga

La pianta:
Originaria del Medio Oriente, prende il nome da latte o lattice, ovvero il liquido bianco che fuoriesce quando viene tagliato il gambo. E’ una pianta erbacea, annuale, con radice fittonante; sul fusto si inseriscono le foglie il cui numero, forma, dimensione e colore sono variabili in relazione alla varietà botanica ed alla cultivar:
– lattuga a cappuccio a foglia liscia (varietà capitata Janchen)
– lattuga a cappuccio a foglia riccia (varietà crispa)
– lattuga romana, caratterizzata da foglie strette e allungate (varietà longifoglia Janchen)
– lattuga da taglio, lattughino, lattuga da cogliere (varietà acephala)
– lattuga canasta.
Le foglie, di colore variabile dal verde chiaro al violetto scuro, sono disposte generalmente a rosetta nelle fasi iniziali di crescita, successivamente diventano più o meno embricate; nella varietà crispa molte di esse avvolgono completamente la foglia precedente, così da formare il grumolo detto anche cespo o cappuccio, avente diversa forma, peso e consistenza.
La nervatura centrale è molto appariscente e costituisce una percentuale elevata della lamina.
Le Regioni italiane in cui è maggiormente presente la coltivazione della lattuga sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sicilia e Veneto.

Caratteristiche nutrizionali:
La lattuga, nelle sue varie specie, ha notevoli proprietà terapeutiche e preventive. È ricca di vitamine A e C, di calcio e ferro, nonché di fibre che ne favoriscono la digestione. Fin dall’antichità sono state esaltate anche le sue doti depurative. Sembra ottima per alleviare l’asma, la bronchite e le tossi nervose.

Gastronomia:
Generalmente la lattuga si consuma in insalata. Tuttavia, può anche essere cotta, dando origine a ottimi piatti abbastanza insoliti. Se è necessaria una lessatura, meglio ricorrere al vapore.

Lattuga
[Lactuca sativa L.]
Composizione chimica e valore energetico per 100g di parte edibile
Parte edibile(%):
80
Acqua (g):
94,3
Proteine (g):
1,8
Lipidi (g):
0,4
Colesterolo (mg):
0
Carboidrati disponibili (g):
2,2
Amido (g):
0
Zuccheri solubili (g):
2,2
Fibra totale (g):
1,5
Fibra insolubile (g):
1,33
Fibra solubile (g):
0,13
Alcool (g)
0
Energia (Kcal):
19
Energia (kJ):
80
Sodio (mg):
9
Potassio (mg):
240
Ferro (mg):
0,8
Calcio (mg):
45
Fosforo (mg):
31
Tiamina – Vit. B1 (mg):
0,05
Riboflavina – Vit. B2 (mg):
0,18
Niacina – Vit. PP (mg):
0,70
Vitamina A retinolo eq (µg):
229
Vitamina C (mg):
6

Periodo di disponibilità